Come smaltire le lampade a led ed a basso consumo

Le lampadine a basso consumo, così come le lampade a led, sono considerati rifiuti speciali e quindi vanno smaltiti attraverso la raccolta differenziata.

Lampade a led

Lampada a led

Le lampade a led, infatti,contengono una piccola quantità di mercurio all’interno, e questa è una delle ragioni per cui non possono assolutamente essere gettate tra i rifiuti indifferenziati, ma vanno consegnate in appositi contenitori atti al loro smaltimento.

Esso infatti che, se non conferito nel giusto modo, può provocare danni ambientali e sanitari.

In più le lampade a led sono riciclabili fino al 95%: vetro, plastica e polveri fluorescenti (contenenti mercurio) possono infatti essere reimpiegati in nuovi processi produttivi.

Al contrario delle vecchio lampade ad incandescenza ed a quelle alogene, che potevano essere tranquillamente gettate nei rifiuti urbani, ora che utilizziamo le lampade a led e le lampade a basso consumo dobbiamo fare attenzione al loro smaltimento.

Ma non è così scomodo come può sembrare, e questo per almeno due motivi.

Il primo è che i negozi che vendono ricambi, come ad esempio i negozi che vendono materiale elettrico, sono obbligati a ritirare le tue lampade a led esaurite quando ne acquisti una nuova (il principio è quello dell’uno-contro-uno), e sono anche tenuti a smaltirle correttamente.

Se invece non vuoi usufruire del negozio puoi sempre cercare nella tua zona dei punti vendita di grandi dimensioni, che sono autorizzati a ritirare piccoli RAEE e quindi possono ritirarli e smaltirli per te.

C’è anche una terza soluzione, e cioè quella di portare le tue lampade a led esauste in uno dei centri di raccolta comunali, che sono luoghi adibiti esplicitamente per fornire au cittadini un servizio di consegna di rifiuti speciali, ingombranti i pericolosi.

Per facilitare la ricerca dei punti di raccolta il consorzio Ecolamp, che si occupa proprio della raccolta e del riciclo delle sorgenti luminose a basso consumo esauste, ha predisposto ha predisposto un’applicazione gratuita per smartphone e tablet (Ecolamp: l’isola che c’è, per Apple e Android) contenente l’elenco dei centri di raccolta corredato da informazioni, mappe e contatti.

Per tutte le informazioni sul corretto riciclo delle sorgenti luminose è disponibile il sito web Ecolamp www.ecolamp.it

Il consorzio ha anche attivato un utile sistema di domande e risposte sui profili social ufficiali di Facebook (https://www.facebook.com/Ecolamp) e Twitter (https://twitter.com/Ecolamp_it).

Se cerchi altre informazioni utili sulle lampade a Led, come ad esempio le differenze dei wattaggi, le forme ed i materiali di cui possono essere composte, puoi visitare la nostra pagina di guida all’acquisto.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>