Emmebistore al fianco dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesu’

Ospedale Pediatrico Bambino Gesu

Fino al  31 dicembre 2015  per ogni acquisto di materiale elettrico superiore ai 200€  effettuato sul nostro negozio online 1€  sarà donato a sostegno di un progetto di ricerca scientifica del Dipartimento di Oncoematologia dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesu’.

Il progetto sarà incentrato sulla generazione di T linfociti  e verrà impiegato nel trattamento dei piccoli pazienti affetti da neuroblastoma. Il neuroblastoma è un forma tumorale pediatrica ed è la terza come frequenza dopo le leucemie e i tumori cerebrali. In Italia vengono diagnosticati 30 nuovi casi ogni anno, il 93% dei NBL è diagnosticato prima dei 6 anni.

Il Dipartimento di Onco-Ematolgia dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesu’ è costantemente impegnato, attraverso approcci di ricerca biologica e clinica, al miglioramento dei percorsi diagnostico-terapeutici dei bambini affetti da oncoemopatie. La scelta di sostenere questo progetto di ricerca aggiunge una nuova speranza di guarigione per molti di loro.

La ragione della nostra scelta viene dall’esperienza personale di Gianluca Bassi.

Puoi leggere la sua storia sul sito Emmebistore: Abbiamo deciso di supportare la ricerca scientifica dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesu’

Cosa indica il grado di protezione IP

In molti ci chiedono cosa significano le cifre ed i numeri che contraddistinguono il grado di protezione IP degli involucri elettrici, cioe’ le sigle IP20, IP40, IP44 ecc.

Ecco quindi spiegato in poche parole di cosa si tratta!

La normativa vigente UNI EN 60529 stabilisce un grado di classificazione e quindi di protezione (IP, cioe’ International Protection) degli involucri elettrici. Questa dicitura deve quindi essere riportata su: centraline, cassette, plafoniere ed ogni genere di apparecchio elettrico concepito per uso esterno (cioe’ non ad incasso).

Il grado di protezione IP deve essere indicato esclusivamente attraverso due cifre ed ha questo tipo di codifica:

– la prima cifra indica sia il grado di protezione contro la penetrazione di corpi solidi, come ad esempio la polvere, sia la protezione delle persone contro il contatto con parti pericolose. Questa cifra puo’ variare da 0 a 6, dove per zero si intende un grado di protezione praticamente nullo e per sei il grado di massima protezione dalle polveri. Ad esempio, quindi, se la prima cifra e’ un 4 in quell’apparecchio non potranno penetrare corpi solidi: questo grado di protezione e’ adatto a situazioni in cui nell’ambiente e’ prevista la presenza di trucioli o di limature. Se invece la prima cifra e’ 6 quell’involucro e’ adatto ad ambienti permanentemente polverosi come ad esempio i cementifici.

– la seconda cifra indica la protezione contro la penetrazione dall’acqua ed in generale dei liquidi, e varia da 0 ad 8. Anche in questo caso, se la cifra è 0 vuol dire che l’apparecchio non possiede alcuna  protezione contro l’acqua, mentre se e’ 8 l’apparecchio e’ idoneo addirittura ad essere sommerso. Per essere un po’ piu’ chiari faremo un esempio: se un apparecchio ha come seconda cifra un grado di protezione 4 allora e’ gia’ idoneo a resistere a degli spruzzi d’acqua, se invece ha un grado 6 allora puo’ resistere ad esempio a getti d’acqua continui.

Nel caso in cui il grado di protezione corrispondente ad una delle due cifre non sia precisato, perche’ non e’ necessario o perche’ non e’ conosciuto, al posto di una cifra ci sara’ una X.

In aggiunta alle due cifre e’ possibile trovare anche una o due lettere, che sono opzionali.
La prima delle due lettere va dalla A alla D indica il livello di protezione contro l’accesso umano, dove la A sta ad indicare il livello minimo (protezione contro l’accesso con il dorso della mano) e la D, chiaramente, il massimo; la seconda lettera invece indica una protezione specifica da un materiale:

  • la H indica che e’ un’apparecchiatura ad alta tensione,
  • la M che e’ garantita contro gli effetti dannosi dovuti all’ingresso dell’acqua con apparecchiatura in moto
  • la  S che e’ garantita contro gli effetti dannosi dovuti all’ingresso dell’acqua con apparecchiatura non in moto
  • la W che e’ adatta all’uso in specifiche condizioni atmosferiche.

Ave RAL 7035 IP40 Sistema 45 2M 45Q42 grado di protezione IP40Andando nel pratico: una cassetta che ha un grado di protezione IP40 andra’ bene solo ed esclusivamente in ambienti interni perche’ è protetta contro le polveri e contro il contatto con parti elettriche ma non e’ protetta contro l’acqua.

 

 

Contenitore da parete Vimar IP55 2 moduli 14902 grado di protezione IP55La cassettina IP55, invece, solitamente viene installata fuori i balconi di casa. Il suo grado di protezione e’ infatti alto sia per quel che riguarda la polvere che l’acqua.
Attenzione pero’ al sistema di chiusura dello sportello dei contenitori IP55 ed all’uso che se ne vuole fare: infatti se all’interno del contenitore andranno soltanto comandi (come interruttori o pulsanti) allora non c’e’ alcun problema (perche’ per utilizzarli non e’ necessario aprire il coperchio di protezione); se, invece, nel contenitore c’e’ una presa, inserendo la spina si lascerà inevitabilmente aperto il coperchio di protezione, perdendo parzialmente il grado di protezione all’acqua.

ave 45ST02K - ip56Un apparecchio progettato per avere un grado di protezione IP66 avra’ invece il grado di massima protezione contro le polveri ed un grado di protezione contro l’acqua che gli consente di resistere a ondate ed a getti violenti. Alcuni contenitori di questo tipo, come ad esempio quello gia’ in commercio dell’Ave, sono progettati per avere un sistema di chiusura ermetica anche con una spina inserita, garantendo quindi lo stesso livello di sicurezza in qualsiasi momento.
Resta inteso  che questi livelli di protezione sono garantiti in condizioni ambientali standard. Infatti il grado di protezione IP va sempre calcolato anche in base a situazioni particolari come il grado di umidita’, i vapori corrosivi, le muffe, gli insetti, ed alla temperatura a cui l’apparecchio e’ in grado di funzionare.

Per qualsiasi dubbio o perplessita’ non esitare a contattarci qui sul blog, al nostro indirizzo mail info@emmebistore.com o su facebook!

Guida alle lampade a led

lampade a led

Faretto a led

Oggi voglio parlarti della ‘rivoluzione’ che le lampade a LED stanno creando nel mondo del materiale elettrico.

Sempre di più, infatti, il concetto di ecologia e di risparmio energetico vanno a braccetto, e per questa ragione le lampada a LED stanno conquistando quote di mercato importanti, a scapito delle “vecchie” lampade a incandescenza, delle alogene e delle lampade fluorescenti compatte (chiamate comunemente “a risparmio energetico”).

Quali sono i vantaggi delle lampade a led?

Al contrario delle lampade ad incandescenza, sono molto più economiche: una lampada a led che consuma 5 Watt può arrivare a rendere come una vecchia lampada ad incandescenza da 40 Watt.

Al contrario delle classiche lampade a risparmio energetico, non soffrono delle accensioni e degli spegnimenti (la vita di queste ultime, infatti, dipende anche dal numero di accensioni).
Inoltre non contengono mercurio, e quindi in caso di rottura non comportano alcun rischio,mentre alcuni tipi di lampade a risparmio energetico (anche se in basse quantità) contengono questo metallo, quindi in caso di rottura è è necessario areare la stanza per almeno 5-10 minuti.

In ultimo c’è da dire che negli ultimi mesi i costi del LED si sono notevolmente ridotti fino ad essere comparabili con le classiche lampade a risparmio.

Il catalogo Emmebistore offre un’ampia gamma di lampade led, non solo con attacco edison (le classiche lampade attacco piccolo-grande) ma anche con attacco GU10 che servono per la sostituzione delle vecchie lampade alogene dicroiche nei faretti della tua controsoffittatura.

Per ulteriori dettagli puoi guardare su youtube il video che abbiamo realizzato per te oppure consultare la nostra pagina web http://www.emmebistore.com/lampade-a-led/

Puoi trovare tutti i prezzi ed i modelli delle lampade a led in vendiate sul nostro sito di materiale elettrico online seguendo questo link

Alla prossima!